Cabaret con la Desy & Alberto

Vi sono piaciuti la Desy e Alberto De Lillo? Avete voglia di rivederli?

Questa sera sono a Torino all’Ols, in piazza Vittorio Veneto 23 f, con il gruppo

T.A.C. Tutta un’altra comicità.

Sono le ultime serate di cabaret, approfittatene!

Annunci

“Ho preso in mano quella fotografia e…”: cabaret, musica e parole

"Ho preso in mano quella fotografia e...": cabaret, musica e parole

Un autore al giorno…: laDesy

Cominciamo oggi a conoscere gli autori di “Ho preso in mano quella fotografia e…”.

Lei è Silvia Désirée Icardi, meglio conosciuta sulla scena cabarettistica come laDesy, e il racconto che ha scritto si intitola Io e la bastarda.

Ecco come si presenta:
“Silvia Désirée Icardi in arte laDESY nasce a Torino nel 1975, ciò nonostante continua ad avere 27 anni (provate a datarla al carbonio, se non le credete!).
Si è laureata al Dams di Torino in teatro d’animazione, ovvero l’applicazione di tecniche teatrali in ambiti non prettamente scenici.
Lavora in una grande azienda (a Torino qual è la più grande? Ecco, appunto, quella lì…) nella quale si occupa, tra le altre cose di formazione e comunicazione.
Inoltre, da alcuni anni, calca i palcoscenici italiani come cabarettista con il, già menzionato, pseudonimo de laDESY.”

Questo è un assaggio del suo repertorio

E qui è in un servizio del Tg2. Chissà se la riconoscete…

Portici di carta: librerie a cielo aperto

Dal 26 al 28 settembre si terrà a Torino Portici di carta, la più lunga libreria a cielo aperto mai realizzata.

Dal sito:

“Oltre due chilometri di libri sotto i portici di via Roma, piazza San Carlo, piazza Carlo Felice. Un itinerario scandito da quindi di tratti tematici, vere e proprie «vie del libro» gestite da 120 librerie di Torino e provincia, che proporranno un’enorme scelta di titoli e argomenti e riscriveranno completamente lo spazio urbano: dalla via delle Arti a quella delle Passioni, dalla via delle Lingue a quella dei Ragazzi.

E nella capitale del cioccolato non può mancare la Via del Gusto, dove i maîtres chocolatiers di Torino e del Piemonte proporranno le loro creazioni più raffinate in dialogo con i libri consacrati ai piaceri del palato.”

In Via dei viaggi ci sarà Beppe della libreria massena 28 che distribuisce, tra gli altri, anche i nostri libri. Mica volete perderveli?

Raccontami… un bel libro che hai letto

Sarà venerdì 25 settembre il prossimo, nonché quarto, appuntamento con Raccontami… un bel libro che hai letto, iniziativa nata da una costola di equiLIBRIsti, Libri in gioco a Torino.

In ogni incontro tre persone presentano un libro che gli è piaciuto in un clima informale e rilassato, seguono chiacchiere a ruota libera, vino e qualcosa da sgranocchiare.

L’appuntamento è a Torino presso la libreria Massena 28 nell’omonima via, alle 21 circa.

Qui potete trovare le foto della prima serata (c’ero anche io!).

questa sera equiLIBRIsti, libri in gioco a Torino

Questa sera alle 21:30 presso il Circolo Pueblo in corso Palestro 3 a Torino, si svolgerà la puntata nonricordoquale di equiLIBRIsti, il gioco a quiz sui libri con drink (!!) e libri (!!!) in omaggio.

Tema della puntata: LA CITTA’.

Chi viene si diverte, ride e sbevazza, chi non viene si sciroppa quel che danno in tv. Così impara.

Una presentazione “metallica” a Torino per L’Antidoto di José Luis Peixoto

presentazione de L'Antidoto di José Luis Peixoto

Questo pomeriggio, alle 18:30 presso la Libreria Massena di Torino, via Massena (ma va?) 28, ci sarà la presentazione del libro “L’Antidoto” di José Luis Peixoto.

Conducono le danze il padrone di casa, Beppe, Antonio Fournier dell’Università di Torino e l’autore, stella della nuova letteratura portoghese.

Il libro è fortemente ispirato all’ultimo disco dei Moonspell, il gruppo metal portoghese, e ha la prefazione di
Cristina Scabbia
dei Lacuna Coil

See you later.

equiLIBRIsti 2: la vendetta

equilibristi a Torino

Giovedì scorso, 13 marzo, si è svolta al Circolo Pueblo di corso Palestro 3, a Torino, la seconda puntata di equiLIBRIsti, il gioco a quiz con domande sui libri e con in palio drink e libri.

Alewoolf, il conduttore, è sempre più sadico, fa domande terribili ma le risate non mancano, anzi, si ride per la maggior parte del tempo, perlomeno tra un drink e l’altro…

Secondo me, nella prossima puntata, che sarà giovedì 27 marzo (gli incontri avvengono ogni due settimane), proporrà le seguenti domande:

– che numero di scarpe porta la signora Dalloway?

– a che ora Emily Dickinson faceva il suo riposino pomeridiano?

– che tempo faceva il giorno in cui Jane Austen ha terminato la stesura di Orgoglio e Pregiudizio e che cosa ha mangiato a cena?

Oscar Wilde digeriva i peperoni?

– Quanti punti interrogativi ci sono nell’Amleto?

Cose così, insomma.

Ovviamente siete invitati, il gioco è aperto a tutti, la partecipazione è gratuita e ci si diverte.

equilibristi a Torino

(mi scuso per la terrificante qualità delle foto, ma avevo dimenticato a casa la macchina fotografica e mi sono arrangiata con il telefonino)

equiLIBRIsti a Torino

Domani sera 28 febbraio, alle ore 21:30, presso il circolo Il Pueblo, in via Palestro 3 a Torino, ci sarà la puntata numero zero di “equiLIBRIsti“, il quiz sulla letteratura, rigorosamente dal vivo!

In palio, libri messi a disposizione dalla Libreria Massena e drink offerti da Il Pueblo.

Attenzione, attenzione! Non è un quiz per secchioni ma per appassionati di libri e letteratura!
Venite a partecipare, venite a guardare, venite a fare il tifo per le due squadre che si sfideranno, venite a sbevazzare, venite a farvi i fatti vostri.

Io ci sarò, tanto se mi interrogano mi giustifico 😀

Melting Plot – Racconti+Musica+Arte

Simone Laudiero
Giovedì scorso, 21 febbraio, verso le ore 19:00, ero al Circolo dei Lettori a Torino a vedere e ascoltare questa cosa qui:

MELTING PLOT 2007 – 2008
Racconti+Musica+Arte

Il resto del mondo – testo di Simone Laudiero

con Valentina Valenzano al pianoforte e le installazioni artistiche di Cosimo Veneziano.

Ho fatto anche qualche foto che, quando il portatile si deciderà a sputarle fuori, metterò online.
Simone ha raccontato con ironia le disavventure di un napoletano immigrato a Milano, dove tutti hanno un amico napoletano simpatico e chi non ce l’ha se ne procura uno al più presto (pare che a Milano sia un must possederne uno).