Di mattina presto, a digiuno: una recensione su Mondo Reale

Sul numero 15 di Mondo Reale, a pagina 28 e 29 potete leggere una recensione di Di mattina presto, a digiuno di Claudia Bruni. E’ in pdf. Lo potete scaricare e leggere comodamente qui.

Annunci

Volevo essere una donna

Un romanzo che non si può definire generazionale e basta. Sì è vero si parla dell’adolescenza ma di quegli adolescenti della fine anni ’80 quando ancora c’erano i dischi e si suonava nelle cantine degli amici.
Claudia, fresca di maturità e appena diciottenne vuole vivere la sua ultima estate di adolescente senza pensieri ma la vita da adulta l’aspetta dietro l’angolo con tutto il suo dramma.
Incomprensioni con i genitori, le amiche sono tutto, silenzi sopiti solo da un disco che suona.
Solitudine nella folla, motorini e piazzetta un piccolo mondo che non può non cambiare.
Forse un po’ prolisso in alcuni punti ma sicuramente sincero e a cuore aperto.
Un libro che in altri tempi sarebbe stato oggetto di dibattiti e riunioni nelle sezioni dell’UDI.
Oggi purtroppo le donne si occupano solo di Sex and the city. Parliamone, parlatene anche di mattina presto e a digiuno.

Questa è la recensione che koshka, una delle vincitrici del nostro concorso, ha pubblicato sulla sua pagina di anobii a proposito di Di mattina presto, a digiuno.

Repertori d’adolescenze

è il titolo della recensione di “Di mattina presto, a digiuno” pubblicata su “LiBlog, libri grandi e piccoli letti da chi li ama“.
“Leggera scorre la sua vita, e la scrittura si fa lieve, quasi a non spezzare l’incantesimo che le aleggia intorno. Leggera narra delle sue paure, del rapporto conflittuale coi genitori, delle amicizie e dei giorni spesi in allegria, senza un dovere o un pensiero, prima di affrontare la serietà del mondo. Serietà che non bussa alla sua porta ma la sfonda.” continua a leggere…