il gruppo 9muse su fb: raggiungici!

9muse: meglio un po’ di polvere sui mobili che nel cervello!

http://www.facebook.com/group.php?gid=51366159020

Vieni a trovarci e iscriviti, il gruppo è aperto a tutti, anche a chi non ha un account su facebook!

Una firma mantovana nell’antologia della casa editrice “9muse.net”

Per tutti quelli che si chiedevano: “Ma cosa diavolo c’è scritto nell’articolo?!”

Il titolo dell’antologia è “Ho preso in mano quella fotografia e…”, così come l’incipit di tutti i racconti in essa contenuti. Quattordici storie pubblicate da una giovane casa editrice di Torino, la “9muse.net”, che portano la firma di altrettanti giovani scrittori  provenienti da tutta Italia, da Savona a Reggio Calabria.
Tra di essi c’è anche un autore mantovano, Fabio Guastalla, firma de “la Voce di Mantova”. Il quale, tra l’altro, non è nuovo a esperienze nel campo della scrittura “creativa ”, essendosi aggiudicato nel 2008 un altro concorso promosso da un’associazione di Livorno: «Ma in quel caso – spiega il diretto interessato – dal racconto era scaturito uno spettacolo molto bello, una via di mezzo tra un cortometraggio e un reading, andato in scena presso il Nuovo Teatro delle Commedie della città toscana nel maggio dello scorso anno. In questo caso, invece, gli autori selezionati sono stati in seguito pubblicati in un’antologia che raccoglie i lavori. Non c’era una tematica prestabilita, il filo conduttore era l’incipit dei racconti, dai quali nascono quattordici storie molto diverse tra loro».
L’antologia è uscita da alcune settimane per i tipi della “9muse.net”, giovane casa editrice torinese molto attenta al panorama delle nuove penne italiane. «A dirigerla – continua Guastalla – è Bianca Adriano, pur’essa giovane e molto combattiva. Ho avuto modo di conoscerla a un evento di presentazione dell’antologia svoltosi poco tempo fa nel capoluogo piemontese. Uno spettacolo messo in scena da due artisti provenienti dalla scuola di Zelig, che poi è stato ripetuto anche in occasione della Fiera del Libro di Torino, dove la casa editrice era presente con un proprio stand. Puntare sui giovani è una strada rischiosa e, proprio per questo, coraggiosa e inusuale: il lavoro che sta attuando la casa editrice va elogiato e incoraggiato».

Nel volume, Guastalla partecipa con un racconto dal titolo “Capo Nord”, «un viaggio che – dice l’autore – ho effettivamente compiuto nel 2003 insieme ad altri sei amici, i cui veri nomi (o meglio, soprannomi) ho mantenuto intatti nel testo. Quel viaggio mi è servito da pretesto, tutto il resto è inventato».

Dove è possibile reperire il libro? «Per un motivo o per l’altro, ancora non è uscito in alcuna libreria mantovana. Pertanto, chi fosse interessato può contattarmi via e-mail (fabio.guastalla@gmail.com) o acquistarlo sul sito della casa editrice: www.9muse.net».

Gli artisti citati da Fabio Guastalla nell’articolo sono Desy Icardi, in arte La Desy, e Alberto de Lillo.

Thanx everybody!

Sconti bollenti: 30% su tutti i libri!

L’estate è arrivata in anticipo da 9muse: i prezzi si sciolgono e tutti i libri acquistati sul catalogo online sono in offerta con il 30% di sconto!
L’offerta è valida fino al 15 giugno.

Approfittane!

Fiera Internazionale del Libro di Torino 2009: FuoriFiera

Fiera del libro di Torino

Domenica 17 maggio

Ore 10 – 19

Area Pedonale “Grattacielo LANCIA”

Via Caraglio ang. Via Lancia

Inaugurazione area espositori con i seguenti editori

ALET, ANANKE, ANGOLO MANZONI, AZIMUT, BECCO GIALLO, BLU, BRADIPOLIBRI, EDITRICE IL PUNTO – PIEMONTE IN BANCARELLA, EDIZIONI 9MUSE.NET, EDIZIONI CLANDESTINE, EDIZIONI GIRALANGOLO, EDIZIONI SONDA, FRILLI, GRAPHOT, INSTAR, LASVEGAS EDIZIONI, L’ARCIERE, PINTORE, SPOON RIVER, EDIZIONI STAMPA ALTERNATIVA, SUSA LIBRI, ZEPHIRO EDIZIONI

ed ospiti istituzionali della Città di Torino

Ore 10.30

Rappresentazione teatrale “PIMPA CAPPUCCETTO ROSSO”

a cura della Fondazione Teatro dell’Archivolto

Spettacolo dedicato al pubblico dei più piccoli

Ore 11.45

DA BORGO SAN PAOLO AI TORINESI

con Luisella Ordazzo e Federica Calosso autrici di ” Borgo San Paolo, storia di un quartiere operaio”- Edizioni Graphot

e Riccardo Humbert autore di “Torinesi” Edizioni Sonda

Ore 14.30

HO PRESO IN MANO QUELLA FOTOGRAFIA

Con La Desy (attrice, cabarettista e autrice) accompagnata alla chitarra da Alberto De Lillo.
Cabaret, musica e letture dal libro omonimo edito da Edizioni 9muse.net

Ore 15.00

LA PRIMA VOLTA DI …

Beppe Marchetti presenta “Un’altra estate” (Las Vegas), Hector Belial presenta “Making Movies” (Las Vegas) Alessandro Bastasi presenta “La fossa comune” (edizioni zerounoundici) e…nella parte del veterano.. Andrea Malabaila presenta “L’amore ci farà a pezzi” (Azimut)

Ore 16.00

VOLTI NOTI E VOLTI NUOVI DI SCRITTORI TORINESI

Bruno Gambarotta presenta:

il suo ultimo libro “Polli per sempre” (Garzanti)

e inoltre:

Fiorenzo Oliva “Il mondo in una piazza” (Stampa Alternativa), Christian Frascella “Mia sorella è una foca monaca” (Fazi), Marco Lazzarotto “Le mie cose” (Instar)

Simone Di Maggio “Avevo sei anni e mezzo” (Fazi)

Ore 17.00

Alicia GIMENEZ BARTLETT

La nuova regina del giallo incontra i suoi fans

(Editore Sellerio)

Ore 18.00

IL NUOVO GIALLO ITALIANO SI RACCONTA

con Carlo Frilli (editore e curatore di Genovanera), Cristina Rava “creatrice” del commissario Rebaudengo e delle sue 3 avventure (Frilli), Adele Marini autrice di due gialli milanesi (Frilli), Enrico Pandiani autore di “Les italiens” (Instar), Mario Barbero “creatore” del commissario torinese Diego Vasari e delle sue 2 avventure (Pintore), Sergio Paoli autore di “Ladri di sogni” (Frilli)

Giornata mondiale del Libro e settimana della cultura: proposte golose da 9muse

In occasione della

Giornata mondiale del Libro

e della

Settimana della cultura

9muse ti tenta con due proposte irresistibili:


sconto del 20% per l’acquisto di un libro, del 30% per l’acquisto di due o più libri (spedizione gratuita!)

libro a scelta in omaggio con l’acquisto di una special bag

Come acquistare?

Scegli i tuoi libri sul catalogo 9muse e la borsa su Special bags for special girrrls, e manda una email a biancaadriano@gmail.com prima di effettuare il pagamento per usufruire degli sconti.
Pagamento tramite PayPal o bonifico bancario.

Offerta valida fino al 26 aprile 2009.

Fiera del Libro di Torino 2009

Fiera del Libro di Torino 2009
Fiera del Libro di Torino 2009

La Fiera del Libro di Torino è anche fuori dal Lingotto, tra le vie e le piazze della città.

Io sarò al VI Padiglione (Circoscrizione 3), Area Pedonale “Grattacielo Lancia” (via Caraglio ang. via Lancia).

Ci vediamo domenica 17 maggio, dalle 10 alle 20. Ci saranno anche La Desy e Alberto De Lillo con lo spettacolo musical-cabarettistico tratto da “Ho preso in mano quella fotografia e…”

L’entrata al VI Padiglione è gratuita.

Libri, musica, cabaret e una bella città da visitare.

Io ci sarò con uno stand. E tu?

“Ho preso in mano quella fotografia e…”: lo spettacolo

Come ha scritto Beppe sul sito della libreria

Una chitarra elettrica, una cabarettista che per una sera fa l’attrice, un libro da presentare, un’editrice che disegna borse, un bel pubblico interessato, e alla fine un po’ di vino che non fa mai male.

Ecco qui gli ingredienti per un bel sabato pomeriggio. Il 4 aprile 2009 la presentazione di “Ho preso in mano quella fotografia…” è stata molto bella. Chi non ha potuto esserci, può sfruttare comunque le potenti tecnologie di questo sito per rivedersi il video tremolante della presentazione.

“Ho preso in mano quella fotografia e…” l’ho raccontata

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato allo spettacolo “Ho preso in mano quella fotografia e…”che si è tenuto sabato 4 aprile alla libreria massena28 di Torino. Grazie a chi è arrivato da Mantova, da Parma, da Milano e che si è sciroppato un bel viaggione, ma credo che ne sia valsa la pena.

Un ringraziamento speciale a Desy (autrice del racconto Io e la bastarda contenuto nell’antologia) e ad Alberto De Lillo, sono stati strepitosi e ci hanno intrattenuti e divertiti con la loro bravura.

Eravamo davvero tanti, in libreria non ci stavamo tutti e abbiamo colonizzato il marciapiede.
Grazie.
Alla prossima.

https://i0.wp.com/eppesuigoccas.homedns.org/Ho_preso_in_mano_quella_fotografia_e/010-dsc_3046.jpg
La Desy
Alberto De Lillo alla chitarra
Alberto De Lillo alla chitarra

“Ho preso in mano quella fotografia e…” a Roma

giovedì 19 febbraio 2009

ore 18:30

Samantha Terrasi e Alessandro Galli

presentano

“Ho preso in mano quella fotografia e…”


Libreria Nero Su Bianco

Piazza San Cosimato, 16 zona Trastevere

Roma

“Ho preso in mano quella fotografia e…”: le presentazioni di Valentina Tomaselli e Michela Murialdo

valentina tomaselli
valentina tomaselli
valentina tomaselli
valentina tomaselli
valentina tomaselli
valentina tomaselli

Valentina Tomaselli in Parli come la notte, fortissimo da “Ho preso in mano quella fotografia e…” presentato il 21 gennaio scorso al Palazzo della Provincia di Reggio Calabria.

michela murialdo al raindogs
michela murialdo al raindogs
michela murialdo
michela murialdo
michela murialdo
michela murialdo

Michela Murialdo in Lucide istantanee da “Ho preso in mano quella fotografia e…” presentato a Poetry Night lo scorso 1 febbraio al Raindogs di Savona.

l’intervist(in)a: Carlo Adriano

che libro avresti voluto scrivere?
L’Odissea, tanto per non volare troppo alto.

in quale libro ti piacerebbe vivere?
Più che nel libro, nell’epoca in cui Ludovico Ariosto ha scritto “L’Orlando furioso”, vale a dire il Rinascimento.

quale libro rileggi più spesso?
Se come risposta vale anche una parte di un libro (ma che libro!), la prima cantica della Divina Commedia, l’Inferno.

quale personaggio letterario vorresti essere?
Voland, il diavolo de “Il maestro e Margherita”, di Michail Bulgakov.

qual è il primo libro di cui ti sei innamorato? e l’ultimo?
Il primo è stato sicuramente il “Don Chisciotte”, di Cervantes, l’ultimo “Idee: il catalogo è questo”, di Umberto Galimberti.

cosa cerchi in un libro?
Me stesso, anche se può sembrare presuntuoso; ma sono convinto che in ogni buon libro ci sia una parte di ogni essere umano.

quale autore/autrice vorresti intervistare? cosa gli chiederesti?
Platone, il più grande dei filosofi. E le domande sarebbero innumerevoli: dalla cronologia dei suoi Dialoghi al suo rapporto sia con Socrate che con Aristotele, dall’illustrazione dei suoi “miti” filosofici, soprattutto quello di Atlantide, al rapporto tra politica e filosofia.

Se dovessi salvare un solo libro dalla distruzione di tutti i libri del mondo, quale sceglieresti?
Il manifesto del Partito Comunista” di Karl Marx.

Carlo Adriano ha scritto il racconto Malcom Mac Duncan per “Ho preso in mano quella fotografia e…” e il racconto Per amore di Irene sull’antologia Profondo Noir in uscita il 17 febbraio.

l’intervist(in)a: Giulia Fontan

Che libro avresti voluto scrivere?
L’albero della scienza di Pìo Baroja. Sono uguale, ma proprio uguale al protagonista (…però lui finisce suicida, e la cosa in effetti mi turba un po’…). Se pensavo di voler scrivere un libro, era sostanzialmente per arrivare ad un risultato simile, ma Baroja è impareggiabile. Un libro incredibile, ma anche un’accettata a buona parte della mia ambizione letteraria…Meglio tornare a leggere!

In quale libro ti piacerebbe vivere?
Orgoglio e Pregiudizio

Quale libro rileggi più spesso?
Non mi capita quasi mai di rileggere i libri che compro, per mancanza di tempo (molti sono dei mattoni)…Le uniche eccezioni fino ad ora sono state Candide di Voltaire e i vari libretti di Amélie Nothomb che ho a portata di mano…Veloci da smaltire, ma comunque ricchissimi. Mi piacerebbe rileggere Libera Nos a Malo (gentilmente, se me lo restituite, grazie!)

Quale personaggio letterario vorresti essere?
Elizabeth, di Orgoglio e Pregiudizio.

Qual è il primo libro di cui ti sei innamorata/o? e l’ultimo?
Il primo libro è un problema! Ho letto fin da piccolissima, per cui le immagini sono vaghe…Direi i libri della Pimpa, ricordo che li cercavo ossessivamente nella libreria dei bambini, forse ero all’asilo…
Sull’ultimo libro invece non ho dubbi, è Libera nos a malo di Meneghello.

Cosa cerchi in un libro?
I miei pensieri; ogni volta è una sorpresa ritrovare le mie idee nei libri del passato. Ma mi incuriosisce soprattutto il legame che l’autore ha con la vita, come si pone di fronte alle cose. E poi cerco sempre libri arguti, cinici e divertenti (vedasi Le amicizie pericolose di Laclos, tanto per capirci), che mi facciano ridere di cuore.

Quale autore/autrice vorresti intervistare? cosa gli chiederesti?
Eh, troppi ce ne sono… ma non so se poi avrei il coraggio di fare domande… Mi piacerebbe una conversazione in generale con Salgari. A Javier Marìas: “Com’è che lei divaga sempre così tanto, ma così tanto, ma così tanto?”

Ho pensato di lasciare la mia pagina su Anobii se può interessare…

Giulia Fontan ha scritto Passi leggeri su fondo blu per “Ho preso in mano quella fotografia e…”.

l’intervist(in)a: Michela Murialdo

– Che libro avresti voluto scrivere?
A volte mi capita di finire di leggere un libro e dirmi: caspita, perchè non l’ho scritto io? Sono quei libri che ti lasciano qualcosa dentro, che riesci a creare nei tuoi occhi tanto da sentirli reali e sulla pelle. Sono quelli i libri che avrei e vorrei scrivere. Quelli che ti viene voglia di rileggere, sottolineare, sfogliare in determinati momenti. Quelli che porteresti con te.

– In quale libro ti piacerebbe vivere?
Un po’ in tutti perchè vorrei conoscere realtà, parole, emozioni diverse. Le più disparate, e magari portami dietro qualcosa di migliore!

– Quale libro rileggi più spesso?
Ho il vizio di rileggere i libri o anche solo delle frasi. se un libro mi ha colpito, mi ha dato qualcosa finisce così. Ad esempio : “Lei che nelle foto non sorrideva” di Cinzia Bomoll (adoro quel libro), “Tre voli” di Chiara Zocchi e “Destroy“della Santacroce.

– Quale personaggio letterario vorresti essere?
Ora come ora non saprei. Un’Alice del paese delle meraviglie qualche volta non farebbe male 🙂

– Qual è il primo libro di cui ti sei innamorata? e l’ultimo?

(questa intervista è troppo difficile! non riesco a fare una selezione dei libri!) Allora… io mi innamoro sempre dei libri, dovrei farti un elenco lunghissimo. Un amore presente e passato, i diari di Sylvia Plath; “Veronika decide di morire” di Coelho, “Un uomo” della Fallaci.

– Cosa cerchi in un libro?
Cerco un po’ di me stessa. Scelgo i libri a seconda del mio umore, delle mie voglie. In questo periodo prediligo la scrittura femminile. Cerco parti nascoste, storie nuove, scritture che mi emozionino, che mi lascino qualcosa una volta che la copertina è stata chiusa. Cerco quelle emozioni che ti entrano dentro, dritte nelle stomaco. Cerco una storia dove sarebbe bello vivere.

– Quale autore/autrice vorrei intervistare? cosa gli chiederesti?

Chiara Zocchi, solo per conoscerla. per dirle che i suoi libri sono splendidi. che il suo modo di scrivere e di dare emozioni è unico.

Michela Murialdo è l’autrice del racconto Lucide istantanee pubblicato nell’antologia “Ho preso in mano quella fotografia e…”.

Gli appuntamenti de La Desy

Silvia Désirée Icardi, in arte La Desy, autrice del racconto Io e la bastarda contenuto nell’antologia “Ho preso in mano quella fotografia e…” si esibisce:

    questa sera, 21 gennaio 2009, ore 21.30
    Kermesse di Cabaret Femminile – Femina Ridens
    Cascina Roccafranca – Via Rubino 45 Torino
    INGRESSO GRATUITO
    giovedì 22 gennaio 2009, ore 21:00
    TAC – Tutta un’Altra Comicità
    OLS – piazza Vittorio Veneto 23/f – Torino

Parli come la notte, fortissimo: presentazione

Mercoledì 21 gennaio 2009 ore 16:00

Valentina Tomaselli

in

Parli come la notte, fortissimo

racconto tratto da

“Ho preso in mano quella fotografia e…”

"Ho preso in mano quella fotografia e..."
"Ho preso in mano quella fotografia e..."

Performance video e musicale

Palazzo della Provincia di Reggio Calabria

“Ho preso in mano quella fotografia e…” l’ho messa su facebook

“Ho preso in mano quella fotografia e…”: il gruppo su facebook dedicato al libro.

L’adesione è libera e aperta a tutti, e previene la formazione delle rughe.
Qui, invece, ci sono io.