LiBlog: intervista a Claudia Bruni

Quando si legge un’opera diaristica, l’ovvia prima domanda è: quanta parte è frutto di esperienza e quanto di inventiva?

Claudia non sono io, ma in lei c’è anche parte di me. Credo sia inevitabile, per chi decide di raccontare, finire col raccontarsi, magari attraverso una frase pronunciata da un personaggio o un’emozione provata e narrata.

continua a leggere su LiBlog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...