CONCORSO: vinci “Di mattina presto, a digiuno”!

** CONCORSO **

Racconta

perché vorresti leggere

il libro “Di mattina presto, a digiuno

e manda una mail a: 9muse@9muse.net:

in palio 10 copie

per le motivazioni più curiose e interessanti.

Hai tempo fino al 30 giugno 2008!

I vincitori e le relative motivazioni saranno pubblicati su questo sito entro il 15 luglio 2008.

Concorso piccola editoria: “Premio editoria indipendente di qualità” promosso da Arcilettore

Arcilettore

Comunità Montana Valtrompia
Assessorato alla cultura

Promuove

Premio

Editoria Indipendente

di Qualità

Terza edizione 2008
Regolamento
Le sezioni premiate
Nell’ambito della Mostra della Microeditoria di Chiari, le Associazioni Arcilettore e L’impronta indicono la Prima edizione del Premio Letterario Editoria Indipendente di Qualità aperto a opere edite nelle sezioni:
· Narrativa italiana
· Narrativa migrante (di stranieri in Italia)
· Il giallo
· Storie di storia
· Storie della Resistenza italiana
  • Narrativa per L’Infanzia
  • Narrativa per bambini dagli 6 ai 10
  • Narrativa adolescenziale
  • Premio traduttori
  • Miglior fumetto
  • Migliore integrazioni tra immagini (fotografia, disegni, ecc..)e testo
  • Qualità della grafica e dell’impaginazione del libro.
La data di scadenza per l’invio delle opere è il 30 giugno 2008
Per consultare il bando completo vai su arcilettore

LiBlog: intervista a Claudia Bruni

Quando si legge un’opera diaristica, l’ovvia prima domanda è: quanta parte è frutto di esperienza e quanto di inventiva?

Claudia non sono io, ma in lei c’è anche parte di me. Credo sia inevitabile, per chi decide di raccontare, finire col raccontarsi, magari attraverso una frase pronunciata da un personaggio o un’emozione provata e narrata.

continua a leggere su LiBlog

Repertori d’adolescenze

è il titolo della recensione di “Di mattina presto, a digiuno” pubblicata su “LiBlog, libri grandi e piccoli letti da chi li ama“.
“Leggera scorre la sua vita, e la scrittura si fa lieve, quasi a non spezzare l’incantesimo che le aleggia intorno. Leggera narra delle sue paure, del rapporto conflittuale coi genitori, delle amicizie e dei giorni spesi in allegria, senza un dovere o un pensiero, prima di affrontare la serietà del mondo. Serietà che non bussa alla sua porta ma la sfonda.” continua a leggere…